informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come creare un curriculum vitae per un giornalista? 5 consigli utili

Commenti disabilitati su Come creare un curriculum vitae per un giornalista? 5 consigli utili Studiare a Bari

Nell’industria competitiva dei media e del giornalismo, i candidati qualificati sono comunicatori efficaci e mostrano un’eccellente attenzione ai dettagli. Coloro che hanno una carriera basata sulla scrittura, come reporter o giornalisti, dovrebbero prestare maggiormente attenzione alla stesura di un CV per giornalisti.

I responsabili delle assunzioni si aspettano che tu sia in grado di padroneggiare la scrittura già da questo documento, per dimostrare il tuo valore a un potenziale datore di lavoro. Puoi imparare a stilare un curriculum di successo facendo tesoro dei seguenti 5 consigli.

Attenzione all’incipit

Se il tuo CV è abbastanza fortunato da raggiungere la scrivania di una persona reale, probabilmente sarà lì con molti altri. E se hai davanti a te da 50 a 100 CV, è davvero importante non essere noioso.

Quanti CV o lettere di presentazione pensi che inizino con una variazione di “Mi chiamo X e sono un giornalista con X anni di esperienza”? Forse dovresti pensare di scrivere qualcosa di diverso? Potresti parlare di qualcosa che ti piace dell’attività di quella azienda o di cosa pensi di poter ottenere se ti venisse assegnato il ruolo. Onestamente, tutto ciò che ti fa risaltare sugli altri è sufficiente per evitare di essere immediatamente cestinato.

Ora è un buon momento per ricordarti che il tuo CV e la lettera di presentazione sono cose diverse che fanno lavori diversi. Certo, entrambi i documenti devono fare una bella impressione sul tuo potenziale datore di lavoro, ma qual è il punto di inviare due cose dal contenuto simile? Usa il tuo CV per definire la tua esperienza e come si adatta alla nuova offerta di lavoro, e lascia che la tua lettera di presentazione si concentri sul motivo per cui ti stai candidando, dando spazio alla tua personalità.

Occhio alla presentazione

Sì, lo sappiamo, non è un concorso di bellezza, ma la presentazione conta davvero se hai a che fare con un altro centinaio di CV. Se sei un mago del design, puoi prendere in considerazione l’idea di creare un design personalizzato, se sei in grado di farlo. Resta comunque sempre il fatto che un CV meno eccitante è meglio di un pasticcio. Ispira il tutto a criteri di ordine e pulizia e considera dettagli di colore per catturare l’attenzione. In sostanza, il tuo obiettivo è catturare l’attenzione del lettore abbastanza a lungo per farlo proseguire nella lettura del tuo CV da giornalista.

Gli elenchi puntati dovrebbero essere i tuoi migliori amici, in particolare perché sono un ottimo modo per sintetizzare tutte le tue caratteristiche migliori presentate in modo facile da digerire e piacevole da guardare. Mantieni i caratteri e le dimensioni coerenti e non dilungarti sui dettagli. Esportalo come PDF in modo che la formattazione non sia sballata se hanno una versione diversa di Word o Pages per te.

Quali abilità inserire?

Essere un giornalista è molto di più che saper scrivere e perfezionare le tue abilità grammaticali. I responsabili delle assunzioni vogliono vedere un candidato a tutto tondo che mette in mostra la giusta miscela di competenze tecniche. Quando elenchi le tue abilità, vai oltre le basi.

Fornisci esempi di premi o riconoscimenti che hai vinto e guadagnato durante la tua carriera di scrittore per mostrare il tuo impegno per risultati superiori. Evidenzia tutte le volte durante la tua carriera di scrittore in cui hai attirato un interesse significativo dal tuo pubblico su un pezzo o sul tuo blog. Usa lo spazio nel tuo CV per venderti e fornire la prova che sei la persona migliore per il lavoro.

Non dimenticare di sottolineare le tue doti comunicative: un bravo giornalista dovrebbe essere pronto ad aprire le porte chiuse e a raccogliere informazioni con tutti i mezzi possibili. In questo modo, la capacità di parlare in modo efficace e di trovare un approccio con diverse persone è un must per un giornalista. Anche le capacità narrative sono di primaria importanza: Questo è uno dei requisiti primari per il curriculum di competenze giornalistiche. Se sai interessare il lettore o lo spettatore fin dai primi secondi, puoi coinvolgere il pubblico nella storia che racconti, allora hai maggiori possibilità di diventare un giornalista richiesto.

Un responsabile delle assunzioni vorrà anche sapere se sei capace di lavorare con gli altri per portare a termine gli obiettivi prestabiliti. Puoi dimostrarlo includendo il lavoro di squadra tra le tue abilità, oltre a richiamare l’attenzione sulle esperienze lavorative passate che ti richiedevano di collaborare con gli altri per svolgere determinati compiti. Assicurati di indicare casi specifici in cui le tue capacità di lavoro di squadra sono state particolarmente utili e vantaggiose per i datori di lavoro precedenti.

Se desideri arricchire il tuo curriculum con specializzazioni inerenti il settore giornalistico, l’Università di Bari offre diversi CDL per poter portare avanti un piano di studi conciliando esigenze lavorative e personali.

Mantieni il linguaggio chiaro e conciso

Il giornalismo è un settore molto competitivo. Pertanto, se il tuo CV non sembra impressionante, le informazioni principali non sono evidenziate o i dati non sono chiari, il potenziale datore di lavoro penserà lo stesso della tua capacità di gestire articoli, rapporti e così via.

Per ottenere l’attenzione di un responsabile delle assunzioni, devi far risaltare il tuo CV. Il modo migliore per farlo è presentare le informazioni in modo organizzato e mantenere la formulazione concisa. Un CV breve e puntuale è qualcosa che attira da subito l’attenzione.

Consente a un responsabile delle assunzioni di leggerlo rapidamente, in modo che possa ottenere da subito tutte le informazioni su di te. I responsabili delle assunzioni possono trascurare i CV lunghi visto che ne hanno molti da visionare e semplicemente non hanno il tempo di approfondire le informazioni inutili.

Assicurati di usare il tuo nome completo ed evita i soprannomi. Mantieni la presentazione professionale e chiara. Non dimenticare di includere più modi per contattarti, incluso il tuo numero di telefono e indirizzo email.

Se hai un sito web che mostra il tuo portfolio di scrittura, puoi includerlo anche qui. Tuttavia, mantieni precisa questa sezione. Non includere nient’altro che i tuoi dati di contatto.

Attenzione alla scrittura

Il giornalismo come professione richiede una scrittura logica e concisa e il tuo curriculum dovrebbe riflettere questo. Proprio come le storie che scrivi in ​​qualità di giornalista, il tuo curriculum dovrebbe avere una prosa chiara e una narrazione avvincente.

Potrebbe sembrare piuttosto scontato, ma rimarrai sorpreso da quante persone non pensano a questo tipo di cose, in particolare la correzione e il controllo di errori e refusi. Sembra duro, ma se qualcuno ha 200 CV da esaminare, si sbarazzerà del tuo per un errore grammaticale, specialmente nel giornalismo.

Preferisci l’uso di usare verbi attivi piuttosto che passivi o impersonali, il che metterà l’accento sulla tua proattività, fiducia in te stesso e mostrerà responsabilità per le tue azioni.

Eccellenti capacità di scrittura e fiuto per le storie non sono le uniche abilità richieste per essere un grande giornalista. I potenziali datori di lavoro si aspettano una combinazione di tratti della personalità, abilità trasversali e competenze di base per decidere se la tua candidatura vale la pena per un colloquio.

 

 

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali