informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Laurearsi in corso in Giurisprudenza? I 7 consigli per riuscirci

Commenti disabilitati su Laurearsi in corso in Giurisprudenza? I 7 consigli per riuscirci Studiare a Bari

Se ti sei da poco iscritto alla facoltà di giurisprudenza a Bari, sappi che studiare in modo intelligente è la chiave del successo quando si studia legge. Il campo della giurisprudenza comprende l’acquisizione di conoscenze così ampie e diversificate che semplicemente non ci sono abbastanza ore al giorno per poter fare tutto.

Se desideri laurearti in tempo, senza andare fuori corso, parte del tuo lavoro è determinare come e dove convogliare i tuoi sforzi per massimizzare il rendimento. Come studente di giurisprudenza, studiare in modo intelligente prevede l’utilizzo di strategie e tecniche che ti aiuteranno a massimizzare l’efficacia del processo di acquisizione e apprendimento del materiale. Di seguito ti presenteremo tecniche e strategie comprovate che faciliteranno i tuoi studi, ti permetteranno di laurearti in corso e ti prepareranno per il successo professionale.

Sviluppa un piano di studi

Come abbiamo già sottolineato, non ci sono abbastanza ore al giorno per dedicarsi a tutto. Ma c’è abbastanza tempo, se pianifichi attentamente, per preparare riassunti, fare test e letture, partecipare a sessioni di revisione e completare tutto il necessario per avere successo negli esami di giurisprudenza – e avere ancora una vita sociale al di fuori della scuola. Parte del tuo lavoro come studente di giurisprudenza consiste nel determinare l’uso più efficiente ed efficace del tuo tempo. Ciò richiede la creazione di un piano di studi, cui dovrai attenerti rispettando le tempistiche che ritieni opportune.

Ricorda che non c’è posto per la procrastinazione nella facoltà di giurisprudenza se desideri laurearti in corso. Attendere a ridosso della sessione d’esame per iniziare la revisione del materiale è la ricetta per ottenere dei voti negativi. Una delle chiavi che ti permette di restare in corso mantenendo una buona media nella facoltà di giurisprudenza è la revisione frequente degli appunti e del materiale del corso durante l’intero semestre.

Resta al passo con gli appunti

Cerca di completare tutte le letture assegnate e di sistemare i tuoi appunti prima della sessione successiva. Se inizi col restare indietro, il materiale si accumulerà e potresti non essere in grado di recuperare. Dedicati a rivedere gli appunti tra una lezione e l’altra, in un luogo possibilmente privo di distrazioni o in cui non sei tentato di fare qualcos’altro.

Rivedi le tue note di lettura subito prima della lezione. In questo modo, rinfrescherai nella tua mente gli ultimi apprendimenti e aumenterai in modo sostanziale la tua capacità di seguire la lezione in aula. Organizza i tuoi appunti in un breve riassunto e analisi di ogni caso discusso, identificando i fatti giuridicamente significativi e la logica della decisione del tribunale.

Frequenta le lezioni regolarmente

È vero che le lezioni trattano quanto previsto dal materiale di studio assegnato, ma a volte il tuo professore di giurisprudenza introdurrà concetti e materiali non trattati nelle letture. Non frequentando la lezione, perderai informazioni fondamentali per la buona riuscita degli esami. Senza contare che, seguendo le lezioni, avrai molto meno studio da fare a casa perché già avrai capito gli argomenti in aula.

Va da sé che non basta essere presenti sui banchi: è fondamentale partecipare attivamente alle lezioni. Essere coinvolti nel processo di apprendimento permette di imparare meglio e più velocemente, cosa che consente di restare in corso quando bisogna studiare una grande mole di materiale. L’università di giurisprudenza è già abbastanza competitiva, non svantaggiarti non frequentando le lezioni.

Forma un gruppo di studio

Quando si ha a che fare con lo studio del diritto, ci sono molti vantaggi nella formazione di gruppi di studio. I gruppi di studio offrono agli studenti l’opportunità di discutere tra loro del materiale trattato nel corso. Affrontare concetti di legge, casi e materiale del corso aumenta la comprensione e migliora la memorizzazione.

Possiamo anche dire che due teste sono meglio di una: questo è un altro vantaggio dei gruppi di studio perché ogni membro del gruppo fornisce al gruppo intuizioni, prospettive e conoscenze uniche.

Crea un gruppo di studio con un massimo di 5 studenti, selezionando quelli meglio preparati e che hanno obiettivi accademici simili ai tuoi. I gruppi di studio non dovrebbero mai trasformarsi in incontri sociali e durare più di due o tre ore. Inoltre, non utilizzare i gruppi di studio come modo per condividere il carico di lavoro.

Organizza delle revisioni

A ridosso degli esami, organizza degli incontri di revisione, con professori o altri studenti, che sono un ottimo modo per ottenere risposte alle domande che potresti avere. Tieni conto che, molti professori, potrebbero fornire suggerimenti e informazioni utili ai fini del sostenimento dell’esame riguardanti anche le possibili domande. Metti alla prova le tue conoscenze con altri gruppi di studenti e confronta le tue risposte con quelle degli altri. Più pratica farai, migliore sarà la preparazione per l’esame effettivo.

Adotta la tecnica “pomodoro”

Questa strategia, sviluppata verso la fine degli anni Ottanta dallo studente italiano Francesco Cirillo, permette di ottimizzare la gestione del tempo aumentando la capacità di concentrazione. Il nome Pomodoro deriva dal timer da cucina a forma di pomodoro che Francesco Cirillo ha usato per perfezionare la tecnica.

In base alla tecnica pomodoro bisogna scegliere un compito e di impegnarsi a fondo usando un timer e spendendo 25 minuti completamente concentrati su quell’iniziativa, seguiti da brevi pause. Ecco come funziona questa tecnica:

  1. Scegli un’attività da svolgere.
  2. Imposta un timer da cucina per 25 minuti.
  3. Lavora sull’attività fino allo scadere del tempo.
  4. Fai una breve pausa di cinque minuti.
  5. Ripeti i passaggi da 1 a 4.
  6. Ogni quattro sessioni, fai una pausa più lunga come 20 minuti o più.

Il metodo Pomodoro non richiede molto tempo, ma non è privo di stress. Eliminare tutte le distrazioni e dedicare tempo a un’unica iniziativa non è facile e richiede pratica. Tuttavia, si tratta di una tecnica efficace per massimizzare il tempo e l’efficienza anche quando si tratta di organizzare lo studio.

Impostare e monitorare gli obiettivi

A prescindere dalle tecniche di apprendimento utilizzate, è importante stabilire degli obiettivi per ogni semestre, con scadenze a lungo e breve termine. Spesso, la causa della pigrizia, della paura, della sopraffazione e dello scarso rendimento sta nella mancanza di organizzazione. Stabilisci un obiettivo facilmente raggiungibile, in modo da poter tenere il passo con gli esami e laurearti in corso.

Attualmente, ci sono molte app e strumenti digitali che possono facilitarti la vita. Tra le migliori app e programmi che possono aiutarti ad organizzare la tua lista di cose da fare ci sono: Wunderlist, Anydo, Ticktick e Todoist. Certo, il tuo smartphone ha un elenco di attività integrato che puoi spuntare, ma ciò che rende speciali questi strumenti sono tutte le loro funzionalità aggiunte, come la possibilità di creare elenchi secondari per progetti particolari, ri-priorità e persino giorno e routine di pianificazione – in base alle quali ogni mattina decidi quali elementi tenere nell’elenco per il giorno e quali rinviare a domani o alla prossima settimana.

Più sarai fedele alla tua tabella di marcia più riuscirai a laurearti in corso. Prestare molta attenzione al tuo approccio allo studio può aiutarti ad alleviare lo stress e concentrarti su ciò che conta per arrivare alla laurea nei tempi prestabiliti. Imparare e affinare queste tecniche ti aiuterà a risparmiare tempo, stress e fatica.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali