informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Liberismo economico: che cos’è e quali sono le sue caratteristiche

Commenti disabilitati su Liberismo economico: che cos’è e quali sono le sue caratteristiche Studiare a Bari

Stai cercando informazioni sul liberismo economico?

Allora hai trovato l’articolo che fa al caso tuo. In questa guida, infatti, scopriremo cos’è e quali sono le sue caratteristiche, la sua storia e la sua dottrina. Senza dimenticare di citare i più importanti studiosi e i migliori scrittori della materia, ma anche quali sono i master a Bari e nel resto d’Italia da seguire per specializzarsi nell’area politica, economico e giuridica attinente.

Vuoi saperne di più? Allora non perdiamo tempo ed entriamo subito nel merito. Andiamo a scoprire tutto ciò che c’è da sapere sul liberismo economico.

Liberismo politico ed economico: tutto ciò che devi sapere

Nei prossimo paragrafi andremo a scoprire dunque significato e differenze tra liberismo politico e liberalismo economico. Approfondendo la storia di questa teoria, la definizione di Stato Liberale e quali studi fare per diventare un esperto di queste tematiche. Buona lettura.

Liberismo e liberalismo: differenze

Per prima cosa, cerchiamo di capire cos’è il sistema liberista nella società e nell’economia. Lo facciamo attraverso la definizione di liberismo Treccani:

«In senso ampio, sistema imperniato sulla libertà del mercato, in cui lo Stato si limita a garantire con norme giuridiche la libertà economica e a provvedere soltanto ai bisogni della collettività che non possono essere soddisfatti per iniziativa dei singoli (in tal senso è detto anche liberalismo individualismo economico); in senso specifico, libertà del commercio internazionale o libero scambio, contrapposto a protezionismo».

Il pensiero liberista rappresenta dunque l’emanazione in campo economico del liberalismo, ovvero la dottrina politica liberale, che la stessa fonte descrive così:

«Movimento di pensiero e di azione politica che riconosce all’individuo un valore autonomo e tende a limitare l’azione statale in base a una costante distinzione di pubblico e di privato».

Dunque, seppur strettamente collegati, i due termini liberismo e liberalismo non sono esattamente sinonimi. Il primo identifica una dottrina economica che prevede il disimpegno da parte dello stato nell’economia, mentre liberismo indica un’ideologia politica che sostiene l’esistenza di diritti fondamentali e inviolabili facenti capo all’individuo e l’eguaglianza formale dei cittadini davanti alla legge.

Liberismo: storia da Adam Smith a Von Hayek

Furono le idee di uno scozzese, nel XVIII secolo, ad ispirare la nascita del liberismo economico: Adam Smith. In particolare attraverso il suo libro Indagine sulla natura e le cause della ricchezza delle nazioni del 1776.

La storia di questa dottrina attraverserà la Rivoluzione francese, sviluppandosi particolarmente durante l’Illuminismo scozzese. Ma la sua massima espressione la troviamo probabilmente nell’Inghilterra del XIX secolo, grazie alla spinta della Rivoluzione Industriale e delle battaglie per il libero commercio condotte dal pensatore e politico britannico Richard Cobden.

Il periodo più difficile per la storia del liberismo economico fu la grande crisi del 1929. Anche a causa del susseguente espandersi delle teorie keynesiane e delle visioni collettiviste. A ridare forza al movimento e alla corrente di pensiero liberista nel XX secolo, invece, furono l’affermazione della globalizzazione e della scuola austriaca. Da questo contesto prende vita il cosiddetto neoliberismo. Nonostante le differenze di pensiero tra due dei maggiori esponenti di tale dottrina: Murray N. Rothbard e Friedrich von Hayek. Il primo teorizza ad una forma estrema di liberismo, detta anche anarco-capitalismo, mentre il secondo è favorevole che lo stato intraprenda azioni per consentire la concorrenza.

La politica economica ispirata al liberismo economico, può avere quindi diverse chiavi di lettura.

Stato liberale: significato

Sullo base di quanto abbiamo detto sul liberismo economico e politico, possiamo dedurre che per stato Liberale si intende una forma di Stato che pone al centro la tutela per legge delle libertà e diritti inviolabili dei cittadini.

Questa tutela viene normalmente espressa e garantita attraverso una Carta Costituzionale e dalla ripartizione dei poteri dello Stato. Seppur a volte definito anche “Stato minimo”, rappresenta uno Stato di diritto, contrapposto a quelli di tipo autoritario.

Area politologica, giuridica ed economica: studi consigliati

Se ami le discipline politologico giuridiche e vuoi saperne di più sul liberismo economico e altre dottrine contrapposte, devi sapere che esistono alcuni corsi in grado di soddisfare appieno questa tua esigenza.

In questo settore, Unicusano rappresenta un’eccellenza italiana. Dal corso di laurea in Scienze Politiche a quello in Giurisprudenza, fino alla magistrale in Scienze Economiche.

E poi erogando master di I e II livello come:

  1. Diritto amministrativo;
  2. Economia e diritto dei mercati finanziari;
  3. Diritto del lavoro;
  4. Management di impresa internazionale;
  5. Pianificazione fiscale e doganale negli scambi con l’estero e per l’internazionalizzazione delle imprese;
  6. Ordinamento giudiziario e dei servizi della giustizia.

Questi sono solo alcuni dei corsi che possono essere utili a comprendere meglio il liberismo economico e le altre dottrine. Per scoprirli tutti, ti consigliamo di dare un’occhiata all’elenco completo dell’offerta dei corsi di laurea e dei master di Unicusano a Bari e nel resto d’Italia. Perché grazie all’erogazione attraverso il sistema e-learning potrai seguire o rivedere le lezioni direttamente online da dove vuoi e quando vuoi, senza alcun limite al numero di visualizzazioni.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali