informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Indovinelli pensiero laterale: i giochi che stimolano la creatività

Commenti disabilitati su Indovinelli pensiero laterale: i giochi che stimolano la creatività Studiare a Bari

Stai cercando informazioni e soluzioni su indovinelli pensiero laterale e simili?

Buon per te, perché questo significa che stai leggendo l’articolo giusto.

In questa guida, infatti, ti proporremo tantissimi giochi di pensiero laterale di ogni tipo e grado di difficoltà. Dagli indovinelli per bambini agli indovinelli difficili con soluzioni.

Ovviamente, partiremo dalle basi, raccontandoti come nasce e su cosa si fonda la teoria che sta alla base di questi veri e propri enigmi di logica.

Procederemo dunque per punti, un po’ come quando si fanno delle mappe concettuali. Strumenti che torneranno utili più avanti.

Curioso di cominciare? Bene, allora non perdiamo tempo e iniziamo subito.

Il pensiero laterale: tutto ciò che devi sapere

Prima di imparare a risolvere gli indovinelli pensiero laterale efficacemente, cerchiamo di capire di cosa si tratta, quali logiche si celano dietro e a cosa servono. Dopodiché vedremo degli esempi concreti: prova a risolverli e se ci prendi gusto cercane sempre di nuovi. Diversi test con enigmi del pensiero laterale pdf e online sono rintracciabili sul web. Buon divertimento.

Pensiero laterale cos’è

Il pensiero laterale è una tecnica particolare di risoluzione di problemi di logica, basata sull’osservazione dello stesso sotto diverse angolazioni e non unicamente su quella apparentemente più ovvia.

La logica laterale, dunque, è contrapposta alla logica sequenziale della soluzione diretta della questione.

Si tratta di un principio più simile, invece, al pensiero divergente. Quest’ultimo, infatti, consiste nella capacità di ipotizzare una serie di possibili soluzioni alternative ai problemi. Per fare ciò è quindi necessario non fermarsi alle apparenze e non giungere a conclusioni affrettate. Piuttosto esiste un legame molto stretto tra creatività e pensiero divergente.

Lo stesso rapporto è valido per creatività e pensiero laterale. 

In sintesi, possiamo affermare che le modalità di soluzione dei problemi, legate ad un approccio di pensiero laterale, si sviluppano:

  • Guardando oltre quello che inizialmente appare come l’unica verità possibile;
  • Cercando elementi, idee, intuizioni, spunti fuori dal dominio di conoscenza e dalla rigida catena logica.

Inoltre, va anche specificato che è possibile distinguere tra diverse varianti di pensiero laterale. Ad esempio:

  1. Problemi situazione. Basati su situazioni paradossali che richiedono spiegazioni illuminante;
  2. Pensiero laterale realistico. Basato su situazioni paradossali, ma che potrebbero anche accadere nel mondo reale;
  3. Pensiero laterale surreale. Basato su situazioni paradossali difficilmente verificabili nel mondo reale o che sono caratterizzati da ingannevoli giochi di parole;
  4. Pensiero laterale e matematica. Basato naturalmente su problemi matematici.

Per facilitare questi processi di pensiero, riuscendo ad abbinare ipotesi creative e conoscenze reali appurate, può tornare utile l’utilizzo di solution map, mappe creative e mentali.

Storie pensiero laterale: Edward De Bono

A coniare il neologismo “pensiero laterale” è stato lo scrittore e insegnante maltese Edward De Bono. Termine poi riconosciuto anche dal New English Dictionary on Historical Principles, storico dizionario della lingua inglese antica e moderna. Quindi se cerchi soluzioni, il signore degli enigmi è lui. Colui dal quale nasce il filone di pensiero che porta a sviluppare questi particolari giochi di pensiero.

Lo scrittore maltese, inoltre, è anche l’ideatore del Programma di Pensiero CoRT per le scuole, il più utilizzato a livello internazionale. Le opere principali di De Bono sono la sua descrizione sul comportamento della rete nervosa del cervello in quanto sistema auto-organizzato, racchiusa nel suo libro Il Meccanismo della Mente, che ha modellato la sua metodologia del pensiero. Ma per capire davvero come risolvere gli enigmi del pensiero laterale il libro perfetto è il suo: Creatività e pensiero laterale.

Risolvi l’indovinello

giochi di pensiero laterale

Un rompicapo pensiero laterale tra i più noti è quello ambientato in un bar in cui un uomo entra e chiede un bicchiere d’acqua. Il barista, dopo averlo fissato per qualche secondo, si abbassa per prendere qualcosa sotto il bancone. Improvvisamente tira fuori una pistola, puntandola verso il cliente minacciando di aprire il fuoco. L’uomo a quel punto ringrazia il barista e se ne va. Perché?

La soluzione di questo e dei prossimi esempi le trovi nel paragrafo successivo. Proseguiamo, infatti, con altri indovinelli con soluzioni.

Un altro tra gli indovinelli pensiero laterale più utilizzati è quello dei tre interruttori e dell’elettricista pigro. Questo è ambientato in 2 stanze.

  1. La prima stanza è chiusa e al suo interno si trova una lampadina ad incandescenza;
  2. Nella seconda stanza, da cui la prima non è direttamente visibile, ci sono tre interruttori. Solo uno di questi interruttori accende la lampadina.

Mentre le condizioni di partenza son le seguenti:

  • La lampadina è spenta;
  • I 3 interruttori sono posizionati su OFF e possono essere azionati a proprio piacimento;
  • È possibile entrare nella prima stanza chiusa, per verificare lo stato della lampadina, una volta soltanto.

A questo punto, come si fa a capire qual è l’interruttore giusto per accendere la lampadina?

Con questo siamo nel campo degli indovinelli pensiero laterale difficili. Alcuni propongono un’altra versione, che comprende una variante: 4 interruttori nella medesima situazione.

Pensi di aver individuato le risposte corrette? Bene, tra poco potrai verificarlo.

Prima, ecco un altro esempio: 5 persone, più precisamente 4 uomini e una donna, percorrono lentamente una strada senza traffico, finché non comincia a piovere e, mentre gli uomini iniziano a correre per mettersi al riparo, la donna rimane ferma. Essa arriva comunque a destinazione insieme agli altri e, soprattutto, asciutta. Di che colore sono i pantaloni degli uomini?

Soluzioni indovinelli

Ed ecco le soluzioni ai tre indovinelli pensiero laterale che ti abbiamo appena proposto come esempi.

L’uomo entrato nel bar aveva chiesto un bicchiere d’acqua perché aveva il singhiozzo. Il barista, puntandogli improvvisamente la pistola contro, voleva spaventarlo per farglielo passare, ottenendo un effetto ancora più efficace del semplice bicchiere d’acqua.

Per quanto riguarda invece il gioco di indovinelli sulla lampadina e gli interruttori, la risposta è un po’ più articolata.

Nel primo caso, quello che prevedere tre interruttori, per individuare quello corretto occorre:

  1. Mettere due dei tre interruttori su ON;
  2. Attendere qualche minuto;
  3. Spegnere uno dei due interruttori azionati;
  4. Entrare nell’altra stanza per controllare la lampadina.

A questo punto, se la lampadina è accesa significa che l’interruttore in funzione è quello giusto. Se invece la lampadina è spenta, ma calda, l’interruttore che stai cercando è quello che hai prima acceso e poi spento. In ultimo, se la lampadina oltre ad essere spenta è anche fredda, l’interruttore corretto è quello che non hai mai acceso.

Nel caso di quattro interruttori, invece, bisogna:

  1. Mettere in ON due interruttori (che chiameremo A e B, mentre C e D saranno gli altri posti su OFF);
  2. Attendere 10 minuti e premere B (che torna su OFF) e C (che va quindi su ON);
  3. Entrare nell’altra stanza e verificare la situazione.

A questo punto, se la lampadina è accesa e calda, significa che l’interruttore corretto è A. Se è spenta e calda, la soluzione sarà B. Nel caso in cui fosse accesa e fredda, la risposta è C. Mentre una lampadina spenta e fredda lascia intendere che l’interruttore giusto è D.

E concludiamo con il terzo esempio tra gli indovinelli pensiero laterale che ti abbiamo proposto. I pantaloni sono neri, in quanto gli uomini stanno portando la bara della donna al suo funerale.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali