informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come scrivere una raccomandata: quello che devi sapere

Commenti disabilitati su Come scrivere una raccomandata: quello che devi sapere Studiare a Bari

Hai bisogno di imparare come scrivere una raccomandata?

Allora sei nel posto giusto. In questo articolo, infatti, ti guideremo passo passo sul da farsi. Così come in precedenti guide ti abbiamo aiutato a capire come scrivere un progetto, piuttosto che una lettera di candidatura o come si scrive la bibliografia.

Questa volta è il turno di come scrivere una lettera, più precisamente una raccomandata a r.

Vuoi saperne di più? Allora non perdiamo temp ed entriamo subito nel merito.

Tutto quello che devi sapere sulle raccomandate

In virtù di quanto già accennato, nei paragrafi che seguono, andremo dunque a vedere cosa sono queste particolari spedizioni postali e come scrivere una raccomandata. Buona lettura.

Cos’è la posta raccomandata

Posta raccomandata è il nome dato al servizio di spedizioni postali che usufruiscono di raccomandazione accessoria.

Si tratta ormai di un tipo di spedizione tracciabile. È infatti possibile seguirne il percorso online, in modo da controllare in tempo reale dove si trova grazie ad un codice alfanumerico riportato sul pacco. Quest’ultimo, per giungere a destinazione ed essere così essere consegnato, richiede tra i tre e i cinque giorni lavorativi.

Il servizio è condotto da Poste Italiane e viene soprattutto utilizzato per la spedizione di documenti. Questo perché il destinatario è soggetto ad essere identificato con certezza, oppure può delegare con firma un incaricato alla ricezione. Inoltre rubare o aprire una raccomandata senza autorizzazione rappresenta a norma di legge un grave reato.

Il prezzo per l’invio di una raccomandata varia in base al peso della busta e alla tipologia del suo contenuto.

Busta per raccomandata

Chiarito di cosa si tratta e quali sono i suoi principali vantaggi e modalità di utilizzo, iniziamo adesso a vedere come preparare e come scrivere una raccomandata.

Ecco i passaggi corretti da seguire:

  1. Prepara il documento, o comunque il contenuto, da inviare;
  2. Scegli una busta idonea e proporzionata per la spedizione in base al contenuto;
  3. Inserisci il contenuto nella busta selezionata;
  4. Sigilla attentamente la busta con il contenuto all’interno;
  5. Scrivi tutti i dati necessari sulla busta.

Ma come compilare la busta? È presto detto:

  1. Scrivi nella parte centrale il nome del destinatario, persona fisica o istituzione, a cui intendi indirizzare la raccomandata
  2. Aggiungi anche i tuoi dati sul lato di chiusura della busta in alto a sinistra, preceduti dalla sigla “MITT”, che sta a dire “mittente”, cioè colui il quale effettua la spedizione. Dunque il tuo nome e cognome, l’indirizzo compreso di CAP (codice di avviamento postale), città e provincia di appartenenza.
  3. Gira la busta e scrivi, in basso a destra, i dati del destinatario.

Non dimenticare di scrivere anche la dicitura “Raccomandata A/R“. Ed ecco svelato come si fa una raccomandata a mano. Ma non è ancora tutto. Scopriamo cos’altro fare, una volta preparata la busta, nel prossimo paragrafo.

Raccomandata con ricevuta di ritorno mittente e destinatario

Adesso che sai dove scrivere mittente e destinatario su una busta raccomandata, non ti resta che recarti presso un ufficio postale.

Dopo aver compilato come si deve la busta infatti, bisogna chiedere i due moduli per raccomandata con ricevuta di ritorno. In entrambe le ricevute ricorda di scrivere la data di invio e di farlo utilizzando dei caratteri a stampatello.

Si tratta della classica ricevuta in copia carbone, un fogliettino scritto in blu dove vanno nuovamente inseriti i dati del mittente e del destinatario. Infine, nella sezione relativa ai servizi accessori, devi barrare la sigla A/R (andata e ritorno).

Il secondo modulo, invece, altro non è che la ricevuta di ritorno vera e propria a tutti gli effetti. Si tratta di un cartoncino bianco diviso in due parti:

  1. Da un lato, contraddistinto dalla dicitura “da restituire”, devi indicare i dati e l’indirizzo del mittente;
  2. Dall’altro quelli del destinatario.

Ma a cosa serve questo cartoncino? Perché compilare anch’esso? Perché è proprio lui ad accompagnare la raccomandata e a venire firmato da chi riceve la raccomandata. Una volta che avviene ciò, il cartoncino viene nuovamente inviato (da parte delle poste), facendo il percorso inverso. Torna cioè al mittente (in questo caso tu), in modo da poter constatare che la busta o il pacco. effettivamente arrivato a destinazione ed è stato ritirato. al mittente che avrà così l’attestazione che la sua missiva è stata recepita dal destinatario.

Cosa succede in caso di assenza destinatario

Ed eccoci quasi giunti alla conclusione di questa guida Unicusano su come scrivere una raccomandata. Ma prima di lasciarti, dobbiamo vedere un ultimo aspetto riguardo a questa tema. Ovvero: cosa succede nel caso di assenza del destinatario?

Se ciò dovesse accadere, la raccomandata in questione finirà in giacenza nell’ufficio postale di competenza (solitamente il più vicino al destinatario, oppure quello principale della sua città) per un periodo di trenta giorni. Se nell’arco di questo periodo non viene prelevata dal destinatario, questa verrà rispedita al mittente.

E con questo è tutto: adesso come scrivere una raccomandata non dovrebbe più avere misteri per te. Se avessi ancora qualche dubbio puoi sempre rileggere questo articolo o richiedere assistenza presso l’ufficio postale a te più vicino.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali